Immagine

ITALIA FUORI DAI MONDIALI: DI CHI E’ LA COLPA?

ITALIA FUORI DAI MONDIALI: DI CHI E' LA COLPA?

Cerchiamo di stare calmi. Le nostre menti si sono raffreddate e, dopo il fischio finale di Uruguay-Italia, ne ho sentite di tutti i colori.
La maggior parte degli italiani pensa che la colpa sia di Mario Balotelli, il quale è risultato svogliato, per nulla voglioso e decisamente fuori ogni manovra di gioco.
E’ giusto dare la colpa solo ad un giocatore? Un giocatore che contro l’Inghilterra ha deciso il match e che, come ogni italiano medio e mass media fanno, è stato esaltato in quell’occasione?


Io dico di no a questo capro espiatorio di nome “Balotelli”. Buffon e De Rossi hanno lanciato frecciatine, sostenendo che i “vecchi senatori” abbiano più fame dei giovani, che i più esperti ci mettono sempre la faccia e che qualcuno, e quel QUALCUNO è SuperMario, in campo non ci entra proprio.
Punto primo: Balotelli nel secondo tempo non c’era in tutti i sensi. Era in panchina. E la situazione non è migliorata, anzi.
Punto secondo: come fa Buffon a tenere lezioni di moralità, quando sappiamo che la sua moralità è andata a farsi fottere con il “gol di Muntari“?

Tornando al calcio giocato, evidentemente l’Italia sta sui cosiddetti a chiunque si chiami “Moreno” di cognome. Magari anche di nome, questo non lo sappiamo. Quello che è certo è che ieri l’arbitro non ci ha favoriti, anzi.
Ma il problema è proprio questo: il popolo, il tifoso e i calciatori si focalizzano esclusivamente sugli arbitraggi, dimenticando che

1. Il Mondiale lo abbiamo perso nella sfida contro il Costa Rica.
2. In 180 minuti abbiamo fatto sì e no due tiri in porta, offrendo un gioco confuso, lento, prevedibile e per nulla incisivo.

Il calcio italiano è morto. Lo sostengo da anni. E’ un calcio lentissimo, difensivo e poco concreto, basato esclusivamente sul tatticismo. Inghilterra, Spagna e Italia lo sanno e lo hanno vissuto sulla propria pelle, venendo eliminate CASUALMENTE O NO da sudamericane.

Prandelli e Abete si sono dimessi. Il progetto del tecnico è fallito; anzi, non è mai iniziato. Il punto più basso è stato raggiunto nel momento delle convocazioni. Il buon Cesare ha sbagliato tutto, lasciando a casa giocatori che avevano fame e che avrebbero fatto comodo. L’altro errore è il cambio di modulo e di giocatori effettuato dopo la vittoria contro l’Inghilterra: squadra che vince, e bene, non si dovrebbe cambiare.

Evidentemente ci sono giocatori che sanno fare pressioni nello spogliatoio, che vogliono giocare a tutti i costi e di questo Prandelli probabilmente è vittima. Vittima di giocatori INSOSTITUIBILI per il loro nome.

Con questo articolo concludo, anche se magari queste parole sono state scritte per colpa di Balotelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...