UNA NUOVA GUERRA E’ GIA’ INIZIATA

guerra
Siamo di fronte all’ennesimo momento catastrofico della storia di questo pianeta. Il mondo sta attraversando un periodo economico disastroso, il quale potrebbe terminare solo grazie ad un “reset” totale sulla questione monetaria dell’Europa. 
Siamo di fronte ad un duro confronto tra Oriente e Occidente.
Ecco la situazione dei conflitti mondiali:


Gli USA e gli alleati del G-7 minacciano fortemente la Russia di Putin sul caso “Ucraina“, promettendo sanzioni e interventi da parte della NATO. La Russia è la potenza più forte del pianeta, a mio modesto parere. Soprattutto dal punto di vista economico e, per quanto riguarda il potere militare, non ha paura di nessuno, soprattutto degli Stati Uniti di Obama. 
Siamo di fronte ad una guerra religiosa, combattuta tra Occidente e Oriente, tra cristiani e islamici. L’ISIS, Lo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, continua la sua battaglia anti-Obama, distruggendo e decapitando civili americani. 
In Medio Oriente si combatte la guerra della convenienza, quella tra Israele e Palestina
L’Italia è ancora in tensione con l’India, a causa di questa questione dei due marò che, da due anni, non viene risolta in nessun modo. 

Guardate un po’ i conflitti in corso nel resto del mondo:

In Africa 26 Stati sono in guerra civile. Il punto più caldo è l’Egitto, dove si combatte contro il Governo. Poi a seguire, Mali (guerra contro i tuareg e militanti islamici), Nigeria (guerra contro i militanti islamici), Repubblica Centrafricana (guerra civile), Repubblica Democratica del Congo (guerra contro i gruppi ribelli), Somalia (guerra contro i militanti islamici), Sudan (guerra contro i gruppi ribelli), Sud Sudan (guerra civile), ma anche Algeria, Angola, Ciad, Costa d’Avorio, Gibuti, Eritrea, Etiopia, Kenya, Libia, Mali, Mauritania, Mozambico, Nigeria, Ruanda, Senegal. 

Le guerre in Africa si combattono sin dagli anni ’80 e se qualcuno non è intervenuto per portare la pace, vuol dire che in ballo ci sono soldi e posizioni strategiche. 

In Asia ci sono 15 Paesi in conflittoAfghanistan (guerra contro i militanti islamici), Birmania-Myanmar (guerra contro i gruppi ribelli), Filippine (guerra contro i militanti islamici), Pakistan (guerra contro i militanti islamici), Thailandia (colpo di Stato dell’esercito Maggio 2014). Non dimentichiamoci delle tensioni tra le due Coree, delle battaglie in India e nello Sri-Lanka. 

In Europa 9 Nazioni sono protagoniste di battaglie politiche e religiose. Cecenia (guerra contro i militanti islamici), Daghestan (guerra contro i militanti islamici), Ucraina (Secessione dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk e dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk). Ma non dimentichiamoci della Grecia, dell’Irlanda del Nord e dei separatisti Baschi in Spagna. 

Per il resto conosciamo già le battaglie in Messico e Colombia sul narcotraffico, in Turchia con il Governo Erdogan, in Siria, in Iraq

Signore e signori: contiamo 63 Stati in cui sorgono tensioni, battaglie e guerre civili. 
Se non è conflitto mondiale questo, allora non si sa cosa sia.
Di certo c’è una cosa che si sa bene: il silenzio (su questi conflitti) è più assordante dei boati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...