GOMORRA – LA SERIE E’ ENTRATO UFFICIALMENTE NEI NOSTRI DIALOGHI.

Tv: 'Gomorra - La serie'; dal 6 maggio debutta su Sky Atlantic

Chi ha visto la prima stagione di “Gomorra – La Serie” può comprendere questo articolo. Durante le conversazioni con i vostri amici, vi sarà sicuramente capitato di sentirvi dire “tt’appòòòò!” o “Biv!“, in stile O’Track o Don Pietro Savastano. La serie tv incentrata sulla camorra napoletana ha avuto e avrà un successo devastante. 


Ormai vedo molte scene quotidiane, rappresentazione reale delle scene viste sul set di Gomorra. Bicchieri di qualsiasi bevanda che vengono “offerti” per verificare la fedeltà di una persona, espressioni poco raccomandabili sulla lentezza di un amico e molto altro. 
I ragazzi, ma anche i più maturi, hanno a cuore questa serie tv e tutti i protagonisti degli schermi ne sono consapevoli. 

Salvatore Esposito alias Genny: “È piaciuto da pazzi, sono arrivati in dodicimila sulla pagina Facebook, ho triplicato i followers su Twitter, sono raddoppiate le interviste. Nelle prime tre settimane Genny non se lo cagava nessuno, neppure i miei parenti, al settimo episodio, tutti a dire uè, quanto sei bravo!” 

Marco D’amore alias Ciro: “Ho assistito a episodi di violenza, a scippi, e per quanto le cose siano cambiate, girare a Scampia, che era la piazza di spaccio più importante d’Europa, faceva un milione di euro al giorno, mi ha dato un senso di vertigine. Entravamo nelle case della gente, dove vivono bambini che avrebbero diritto alla bellezza e invece crescono tra le macerie. Questi bambini sono fratelli miei, hanno un’intelligenza che gli altri se la sognano, eppure molti sono destinati a bruciarsi, a perdersi.

E infine l’autore del libro “Gomorra“, nonché l’ideatore insieme a Sollima della serie tv, Roberto Saviano: “Non raccontare Scampia, equivale ad essere complici di una realtà che non tutti conoscono. Sono contento che i giovani e non solo imitino i nostri attori, perché vuol dire che il concetto che sta alla base della fiction è arrivato forte a tutti. La questione è che la camorra, come tutte le mafie, vada messa in luce in questo modo. Con questi atteggiamenti la gente ironizza e suscita ilarità quando imita gli attori; ed è importante, perché bisogna sempre parlare e ridere della mafia“.

Se qualche anno fa imitavamo gli attori romanacci di “Romanzo Criminale“, ora siamo passati a quelli napoletani di “Gomorra – La Serie“. E chissà tra le due quale sia rimasta più a cuore tra i fans italiani. 

E per chi se li fosse persi, ecco gli episodi dei “The Jackal” su Gomorra con Genny e Saviano protagonisti. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...