COSA CI HA LASCIATO IL 2014?

crisi

Il 2014 è stato un anno travagliato. Dalla crisi economica, al record di disoccupazione giovanile e non. L’Italia è in recessione, l’unica cosa positiva sembra essere stata il premio Oscar a Sorrentino. Il resto è una nota negativa su ogni fronte: politica, cronaca, economia, battute infelici. Ecco l’Italia di questo anno, mese per mese.


Gennaio:
1. Tangenti e corruzione sugli appalti di L’Aquila terremotata.

2. Una donna ha chiesto aiuto a Napolitano: dopo la morte del marito, Equitalia ha continuato a tartassarla. La signora non ha ricevuto risposte.

3. Abolito il reato di clandestinità.

4. La lamentela di un politico (non dico chi e di quale partito): “vivo solo con 4500€ al mese”.

5. La Merkel propone il prelievo forzoso ai Paesi a rischio default. Tra cui l’Italia.

6. Processo Meredith: Amanda condannata a 28 anni, Sollecito a 25. 
Febbraio:
1. John Elkann, rampollo, afferma: “Il lavoro c’è, i giovani non hanno ambizioni nel trovarlo”. In Italia 1 giovane su 2 non lavora.

2. Cade Letta, subentra Renzi. Con il consenso di nessuno.

3. Altro record: siamo il Paese con la più alta pressione fiscale.
Marzo:
1. Con tutti i problemi del mondo, qualcuno introduce l’opzione “Genitore 1 e Genitore 2”.

2. Una cosa positiva: “La Grande Bellezza” di Sorrentino vince l’Oscar.

3. L’appello di Carlo Vichi, patron della Mivar: “Affitto la mia azienda gratis a chi assume 1200 italiani”.
4. Don Mazzi: “Perdonerei gli assassini, ma non i giudici che hanno condannato Berlusconi.”

5. I veneti chiedono l’indipendenza da Roma.

6. Boldrini: “I servizi di lusso per i turisti sono inaccettabili nei confronti degli immigrati”. 
Aprile:
1. Arrestati 24 secessionisti veneti. Per alcuni di loro, l’accusa è di terrorismo.

2. Decreto svuotacarceri approvato.

3. Berlusconi ai servizi sociali.

4. Pina Picierno: “Con 80€ si fa la spesa per due settimane”. 
Maggio:
1. Muore Ciro Esposito, durante gli scontri prima di Fiorentina-Napoli, finale di Coppa Italia. Sul banco degli imputati anche coloro che non hanno saputo gestire il piano sicurezza a Roma.

2. Fassino fa il dito medio ai suoi contestatori a Torino. 
Giugno:
1. Mondiali in Brasile. L’Italia si ferma. In tutti i sensi.

2. Arrestato il presunto assassino di Yara. E’ davvero Massimo Bossetti l’omicida della piccola Gambirasio?
Luglio: 
1. Muore Giorgio Faletti

2. Chiesto il rinvio a giudizio per Davide Vannoni, simbolo di Stamina.

3. La Costa Concordia viene finalmente raddrizzata, lasciando l’Isola del Giglio. Schettino avrà una cattedra, De Falco verrà rinchiuso in un ufficio.

4. 1500 dipendenti di Montecitorio costano 500 milioni ogni anno.

5. Assolto Berlusconi, il fatto non sussiste. 
Agosto:
1. Inizia la campagna elettorale su ebola.

2. Rapite due italiane in Siria. Sono due ragazze volontarie.

3. Ostia: un pezzo di spiaggia è riservato a Napolitano.

4. Un’altra uscita di un senatore del Lazio: “Con 5.200€ al mese non vivo”.

5. Manlio Di Stefano: “Serve rispetto per capire l’Isis”.

6. Alessandro Di Battista: “Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione”. 
7. Inizia il caso #icebucketchallenge. Tanta ipocrisia, poca concretezza.

8. Scontrino omofobo a Taranto: “Mi raccomando, so’ ricchioni”. 
Settembre:
1. La figlia di Latorre, uno dei marò, dopo il malore: “Italia paese di merda, pensate agli immigrati..”

2. Polizia contro lo Stato: “Sciopero generale”.

3. Ucciso l’orso Daniza. Rivolta degli animalisti.

4. “Italia in recessione. E’ il Paese peggiore del G7”. 
5. Un deputato boccia i matrimoni gay: “Al massimo regalo loro un’insalata di finocchio o una banana”.
6. Per la Cassazione esiste stupro completo e stupro incompleto. Quindi differenza di reato e pena. 
Ottobre:
1. 1 italiano su 3 è povero.

2. I dipendenti della Camera pagano 5€ per un pranzo completo.

3. Seviziano un bimbo con un tubo a Napoli. Il ragazzo va in coma. I parenti di chi ha commesso il fatto: “Era solo uno scherzo”.

4. Si dimette il giudice che ha assolto Berlusconi.

5. Canone Rai: lo pagano pure coloro che non hanno la tv.

6. Genova sotto il fango. Era accaduto anche nelle Marche, accade anche in Emilia. L’Italia non ha sostenuto negli anni un piano contro il dissesto idrogeologico.

7. Delrio prima di una conferenza stampa: “Tanto non me ne frega un cazzo”.

8. Renzi: “Non c’è più il posto fisso in Italia. Il mondo cambia”.

9. Il sindacalista Bonanni guadagna quasi 400 mila € l’anno.
10. Assolti gli imputati per la morte di Stefano Cucchi
Novembre:
1. Nonostante non abbiano più nulla, Equitalia chiede soldi ad alluvionati e terremotati.

2. Matteo Salvini guadagna consensi, Grillo ne perde. La fiducia a Renzi si abbassa. Aumenta il numero degli astenuti e non votanti.

3. “Guerriglia civile” a Tor Sapienza: Roma contro immigrati e rifugiati.
Dicembre:
1. MafiaCapitale: Roma coinvolta nei rapporti tra mafia e politica.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...