LA MILANO ALTERNATIVA

Milano si prepara ad Expo, l’evento internazionalmente globale del 2015. Lo fa con grandi progetti, immense infrastrutture, padiglioni, padiglioni e ancora padiglioni. Lo fa con mostre, iniziative, padiglioni, eventi e padiglioni. Però, non tutto è oro quel che luccica. Milano è bellina, a me non piace particolarmente se non in determinate occasioni. Ma è sicuramente divertente. I weekend, gli aperitivi, le apericene (nome orrendo che vorrei non fosse mai nato), le serate, ma anche gli oggetti che trovi in giro per la città della Madunina. Io cammino molto ed ecco cosa ho trovato in giro. Ci sarà da ridere.


Innanzitutto non puoi andare in giro in macchina. A Milano tra Area C, ZTL, centro, zone pedonali, padiglioni outtanowhere e zone presidiate dai tamarri che bloccano la strada nei weekend, l’automobile resta qualcosa di improbabile da usare. Però la puoi usare in periferia. E lo puoi fare con dei messaggi subliminali tipo questo:

IMG_3686
Sì, il simbolo della Apple è una chicca imperdibile. (Foto scattata con un iPhone).

A Milano le strade sono pericolose. Può succedere che siano trafficate, che le automobili si sorpassino a vicenda ad alta velocità, che uno alla guida possa distrarsi per le belle prostitute di Viale Toscana (andate a vederle, mi raccomando), oppure perché no, che uno debba essere costretto a scansare certi oggetti disposti come un dipinto alla Guernica in mezzo alla carreggiata. Come ad esempio una lavatrice. 
IMG_2837
Foto scattata a Romolo.

Se poi sei più fantasioso e più rispettoso in materia “codice stradale”, puoi semplicemente parcheggiare l’oggetto a bordo del marciapiede. Come accaduto al frigorifero abbandonato, ovvero il Signor Wilson 2.0 di Cast Away.

IMG_2957Foto scattata a Pagano

Non perdiamoci d’animo se la macchina non possa essere usata. Il milanese d’eccellenza può usare qualsiasi mezzo per intrufolarsi nel vicolo più stretto possibile. E se può, riesce a parcheggiare anche con classe in curva. Come successo a questo carrello, che io chiamerò MacGyver – la vendetta

10940506_10203731459467220_7508462073764856141_nFoto scattata in via Motta, angolo Corso Vercelli

Ehi, qui però un altro carrello non solo è stato parcheggiato, ma addirittura legato! Evidentemente al milanese doc piace fare la spesa con il suo carrello personale. Perché la vita è nostalgia e sentimento. E ci si lega facilmente a persone o cose.

10850673_10203419858717396_384180589_n
Foto scattata nei dintorni delle Colonne di San Lorenzo

A Milano c’è qualcuno che può fare anche gli scherzetti. Ovvero quello di nascondere la segnaletica stradale e garantire una multa al malcapitato. Immagino la scenetta: “Ehi ma che cazzo ho fatto per avere la multa?” / “Semplice, lei qui non può parcheggiare. C’è il divieto.” / “Io non vedo nessun segnale, veramente!” / “Ah no? E quello cos’è? 300€ di multa, anche per aver dato del bugiardo al vigile“. 

10867030_10203525335074239_44524323_n
Milano è stressante. Non ti puoi fermare un attimo. Dannazione, ogni minuto che passa, potrebbe essere definitivamente perso. Se risparmiassi in qualche modo il tempo che passa mentre sei impegnato a fare altro, potresti trovare 50€ a terra prima di qualcuno, trovare la donna della tua vita, trovare uno che ti deruba, trovare un tamarro che ti occupa la strada con la sua Moretti da 66. Per questo motivo devi fare mille cose velocemente, altrimenti rischi di concludere la giornata senza aver fatto tutto. 

In ordine: puoi mangiare

10743734_10203364797260894_1399905265_n

Lavarti i denti prima di prendere la metro. (con sigaretta inclusa se ti va)

IMG_2833
E se riesci, anche digerire e fare un pisolino. 

967927_10203464708158604_1066926377_n
Oppure se sei troppo stanco, puoi riposarti.

10808368_10203344982205530_1885196196_n

Oppure provare un nuovo paio di scarpe o rubarne una al tamarro che le ha perse per strada. 

10833644_10203419955039804_1575091745_n

«Tutt el mond a l’è paes, a semm d’accòrd, ma Milan, l’è on gran Milan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...