[Immigrazione] – L’Europa, quando conviene, non è Unione.

immigrazione 1

Il problema immigrazione è diventato, finalmente per tutti quelli che si sono svegliati poco fa, una questione seria e complicata. Gli sbarchi massicci in Italia continuano ad aumentare, le ong e le cooperative ne approfittano per guadagnare e l’Europa invece resta a guardare. Un altro motivo per il quale questa fantomatica Unione Europea sembra ormai sgretolarsi nei fatti, suscitando malumori e contrasti. Soprattutto da coloro che avevano esultato per le elezioni di alcuni Capi di Stato, beniamini di una certa area politica.

Continua a leggere

[Muri nel Mondo] – Another brick in the wall.

usa messico

Sin dalla campagna elettorale pre-elezioni per diventare il 45° Presidente degli USA, si è discusso moltissimo del progetto di Donald Trump, ossia quello di costruire (in realtà completare, dato che il progetto è stato inizializzato da George W. Bush e appoggiato negli anni a seguire da Hillary Clinton e Barack Obama) il muro che dividesse gli Stati Uniti dal Messico. Trump è stato bersagliato da mezzo mondo, insultato e descritto come il nuovo grande separatista del 21° secolo. Però, nel nostro pianeta esistono già tantissimi muri che separano popoli, razze e religioni e quello di Donald rappresenterebbe “solo” un another brick in the wall; eppure il Tycoon pare essere l’unico oggetto della critica mondiale.

Continua a leggere

L’INTEGRAZIONE: è anarchia o democrazia dei popoli?

puzzle


Nell’ultimo anno il tema immigrazione ed integrazione è stato oggetto di numerosi dibattiti, polemiche, accuse reciproche e contestualizzazioni. Cosa ne pensa un elettore come me? Un comune cittadino, che non vuole prendere le parti di nessuno e ragiona senza slogan partitici, parlerebbe così di integrazione ed immigrazione. 

Continua a leggere

COSA CI HA LASCIATO IL 2014?

crisi

Il 2014 è stato un anno travagliato. Dalla crisi economica, al record di disoccupazione giovanile e non. L’Italia è in recessione, l’unica cosa positiva sembra essere stata il premio Oscar a Sorrentino. Il resto è una nota negativa su ogni fronte: politica, cronaca, economia, battute infelici. Ecco l’Italia di questo anno, mese per mese.

Continua a leggere